Il Marchio EcoBioControl dice sì ai cosmetici de Il Pettirosso

I cosmetici de Il Pettirosso approvati dal marchio EcoBioControl

Ebbene si! Anche i cosmetici de Il Pettirosso sono stati approvati dal marchio EcoBioControl. Un bel traguardo direi.

Ma cosa vuol dire EcoBioControl?

Innanzitutto bisogna dire che EcoBioControl è l’evoluzione del vecchio  Bio Dizionario, la guida per la detergenza e cosmesi ecosostenibili, creato circa 20 anni fa da Fabrizio Zago e un gruppo di suoi collaboratori esperti nel settore detergenza e cosmesi.

Marchio EcoBioControl Il Pettirosso

Zago è laureato in chimica industriale, ma per lui questo è un puro dettaglio. Lui è convinto che abbiamo trattato male il nostro pianeta, l’ambiente circostante nonché noi stessi, ragion per cui ci vuole far capire che abbiamo un solo mondo e non c’è bisogno di maltrattarlo e buttarlo nel cestino. Vuole informarci di quello che molto comunemente ci spalmiamo addosso, rendendoci più consapevoli attraverso la trasparenza. Quindi le parole chiavi di questo progetto sono informazione e trasparenza.

Gli ingredienti e quindi i prodotti esaminati e approvati dal disciplinare EcoBioControl rispettano i criteri di sostenibilità, ecologicità, efficacia e rispetto per gli animali in quanto sono riconosciuti conformi al database aggiornato periodicamente da un Comitato Scientifico.

Marchio EcoBioCotrol Il Pettirosso Cosmetici

Con il marchio EcoBioControl non solo si certifica che i prodotti sono “verdi” (poi vi dirò che significa) ma anche di lavare bene.

E il laboratorio de Il Pettirosso è estremamente soddisfatto di aver ricevuto questa approvazione nonché questo marchio!

I prodotti sono un tripudio di “pallini verdi”!

L’attenzione maniacale che contraddistingue questo piccolo Laboratorio Artigianale di cosmetici naturali, parte dalla scelta delle materie prime e continua  per tutta la filiera produttiva!

Marchio EcoBioControl Il Pettirosso Cosmetici

 “Pallini Verdi”, cosa sono?

Come consultare questa guida e scoprirne di più…

EcoBioControl è una guida ampia ma semplicissima da consultare, tant’è vero che qualsiasi consumatore può consultarla  e interpretarla.

Vediamo come…

Innanzitutto noi tutti possiamo accedere liberamente e gratuitamente al sito internet ecobiocontrol.bio.

Basterà accedere al sito e cliccare sulla voce “Controllo Inci”. A questo punto si potranno controllare gli ingredienti uno per uno o si potrà inserire l’intera composizione (l’ INCI). Cliccando poi sul tasto “search”, non solo si potrà capire a quale categoria appartiene l’ingrediente o il prodotto, ma si potranno avere anche ulteriori informazioni.

Il sito infatti  restituirà

l’elenco degli ingredienti classificandoli nel modo seguente:

– 1 pallino VERDE  Marchio EcoBioControl bollino verde  = sostanza ecocompatibile;

– 2 pallini VERDE Marchio EcoBioControl bollino verdeMarchio EcoBioControl bollino verde  = sostanza di derivazione vegetale, sicura;

– 1 pallino GIALLO Marchio EcoBioControl Giallo  = sostanza nella quale potrebbero esserci limitazioni o dubbi;

– 1 pallino ROSSO  Marchio EcoBioControl bolino rosso   =  sostanza a grande impatto ambientale, da evitare;

– 2 pallini ROSSO Marchio EcoBioControl bolino rosso Marchio EcoBioControl bolino rosso = sostanza inaccettabile!

Il nuovo disciplinare di Fabrizio Zago cataloga ben 17.000 sostanze, le quali vengono esaminate e valutate da un Comitato Scientifico e prima di essere approvate dal disciplinare devono rispettarne tutti i criteri. Gli ingredienti pertanto devono essere ecologici, ecosostenibili ed ecocompatibili.
Quella di Zago è una vera lotta alla trasparenza e all’“ecofurbaggini”  perché non tutto ciò che viene spacciato per bio è naturale e non tutto ciò che è naturale è salutare.

Lui con questa mastodontica fatica ha messo a disposizione  il suo sapere, e attraverso la sua costante ricerca ha fatto sì che ognuno di noi ne potesse attingerne e conoscere cosa c’è davvero nei nostri cosmetici. Un bel progetto insomma, che continua sempre ad aggiornarsi, costantemente. Infatti tantissime sostanze, alla luce delle ultime ricerche e degli studi fatti, hanno cambiato colore del pallino. Si possono trovare quindi, degli ingredienti che prima erano verdi ed ora sono rossi. Proprio perché la ricerca e gli studi continuano costantemente.

Con questo progetto ogni consumatore è libero di scegliere cosa usare e cosa non usare, facendo maggiore attenzione e acquistando con più informazione, maggiore chiarezza e consapevolezza.

Tutto questo progetto inizia circa 20 anni fa, come già accennato, con il Biodizionario (che esiste ancora ma attenzione, non è più seguito da Zago!) e continua con EcoBioControl.

Quali differenze troviamo tra il vecchio Biodizionario e il nuovo disciplinare?
Vediamole insieme.


-17.000 sostanze in continuo aggiornamento anziché 5.000

-vengono indicate tra queste, 500 disturbatori endocrini e centinaia di sostanze odorose allergizzanti.
-ci viene data la possibilità di cercare per INCI intero (risparmiando molto tempo) e sia per singola sostanza
-quando si cerca per singola sostanza, si possono avere informazioni in più rispetto al vecchio Biodizionario, come l’indicazione di potenziali allergeni, e informazioni su tossicità per la fauna acquatica, eccetera.

IN CONCLUSIONE

I prodotti de Il pettirosso rientrano tra i buoni cosmetici  approvati da EcoBioControl.

Sul sito ufficiale ecobiocontrol.bio si legge de “ Il Pettirosso”:


“Oltre che aderire perfettamente ai criteri di adesione a EcoBioControl, questa piccola (piccola lo dicono loro) realtà, pone una attenzione maniacale alla scelta e alla qualità delle materie prime. Questo comporta una semplice considerazione: piccoli (sempre loro a dirlo) ma con un grande futuro davanti. E così che si fa la cosmesi ECO-BIO!”

Grazie Fabrizio!

 Come scriveva Ernest Hemingway
“Il mondo è un bel posto e per esso vale la pena di lottare.”

Il Pettirosso nel suo piccolo continuerà a diffondere la cultura della cosmesi e della detergenza responsabile ed ecosostenibile.
Felici del traguardo raggiunto e con la voglia di diventare una grande realtà.

Maria Pina