Maggio, il mese della rosa: significato e proprietà della pianta

Maggio è da sempre considerato il mese della rosa, della  piena rinascita e dell’amore. E’ è il mese dell’anno simbolo della fioritura ed ha come suo fiore simbolo la rosa. Questo fiore è da sempre stato associato al mondo femminile e possiamo indicare due figure simbolo, la dea Venere e in ambito cristiano alla Vergine Maria.

La rosa ha da sempre rappresentato il mondo della femminilità, della bellezza senza tempo, della purezza, dell’eleganza, e dell’amore sia quello innocente ma anche quello passionale assumendo così significati ambivalenti. Ogni singola specie racchiude in sé un mondo ed un significato preciso.

Anche ogni colore rappresenta un significato particolare: la rosa bianca simboleggia la purezza, la castità, la segretezza e il silenzio. La rosa simboleggia l’amicizia e i buoni sentimenti, quella gialla rappresenta invece la gelosia, la vergogna e l’infedeltà. La rosa rossa significa amore puro e ardente, la passione. Quella blu simboleggia il mistero e la saggezza.

La Rosa è la regina di tutti i fiori, da sempre il suo profumo e la sua bellezza incantano e la rendono tra i fiori più amati di tutti i tempi. Coltivata fin dall’antichità è sempre stata usata non solo come dono, ma anche a scopo ornamentale per gli ambienti ed anche per cosmesi e cure. L’impiego delle rose si perde davvero nella notte dei tempi, in particolar modo per quanto ne concerne le essenze e i profumi.

Descrizione:

La Rosa è un fiore originario dell’Asia e dell’Europa appartenente alla famiglia delle Rosacee. Si stimano circa 150 specie di rosa. Si tratta di un arbusto dai fiori profumati e che può raggiungere anche i tre metri di altezza ed il suo diametro variare dai 2 ai 20 centimetri.

Come abbiamo visto esistono davvero tantissime varietà di rose le quali vengono classificate in base alla forma, al fogliame, ai colori, al profumo. Da ricordare che lo sviluppo dell’ibridazione delle rose è iniziato con l’importazione in Europa, all’incirca due secoli fa, di alcune rose cinesi; l’incrocio fatto diede la nascita delle grandi varietà di questo fiore nel XIX secolo. Sarebbe impossibile vedere nel dettaglio ogni singola specie, per questo ci soffermeremo su quelle più note ed utilizzate.

Campo di utilizzo:

Possiamo usare le gemme, i petali di questo fiore per i svariati utilizzi sia a livello estetico che curativo utilizzandoli come estratti, fitoestratti, gemmoderivati, decotti, oli essenziali etc… . I petali di rosa sono difatti ricchi di vitamina C, di minerali come il potassio, il rame, lo iodio, inoltre contengono vitamine del gruppo B, vitamina K, fondamentale per le cellule del sangue. Sicuramente la rosa trova largo utilizzo in ambito cosmetico ma non solo.

Il mese della rosa: alla scoperta del fiore di maggio

Vediamo quattro tipologie di rose da considerarsi tra le più utilizzate.

Rosa Canina: si tratta della rosa spontanea più diffusa in Italia. Svolge una forte azione antinfiammatoria, antiallergica, vitaminizzante ed immunostimolante. Agisce su infiammazioni localizzate e sull’apparato respiratorio. Migliora l’assimilazione delle vitamine. Ottimo rimedio contro otiti, tonsilliti, riniti nei bambini. Da utilizzare in estratti fitoterapici o in gemmoterapia nella quale vengono utilizzati le gemme della pianta. Utilizzata anche in floriterapia Wilde Rose (fiore di Bach per capirci) è utile in casi di apatia, malinconia, tristezza, mancanza di interesse.

Rosa Damascena: Chiamata La Rosa dei Profumieri, è la regina di tutte le rose. Originaria del Medio Oriente ed è coltivata principalmente in Marocco e in Bulgaria. Lavorata completamente a mano, è ritenuta una rosa preziosa, pensate che per produrre un chilo di essenza sono necessari all’incirca 3 tonnellate di petali, i quali verranno poi versati in grandi vasche con acqua dove si avvierà il processo di distillazione per mezzo del vapore.

Si dice che ogni fiore abbia 36 petali. L’olio essenziale di rosa damascena, racchiuso principalmente nel bocciolo, possiede numerose proprietà toniche, mucolitiche, antisettiche, cicatrizzanti, stimolanti, antireumatiche e sudorifere. Utilizzata in campo cosmetico per contrastare l’invecchiamento cutaneo e le rughe, lavora anche contro i problemi di circolazione, fragilità capillare, infiammazioni cutanee, eczemi, ottima alleata per tutte le tipologie di pelle, per i dolori muscolari. Utilizzata in aromaterapia queste essenza lavora principalmente sul cuore armonizzando anche tutti gli altri canali energetici, rilassa l’anima, dispone alla tenerezza e apre all’amore, pur donando un certo equilibrio. Il suo profumo infonde gioia e dona coraggio, regala gioia di vivere e serenità. Incoraggia l’amore e l’accettazione di noi.  Scioglie i blocchi emotivi causati da traumi o delusioni vissute.

Rosa Mosqueta: questa tipologia di rosa nasce spontaneamente in Cile e dai suoi semi (ricchi di acidi  linoleico e alfalinolenico ,carotenoidi, tocoferolo, fitosteroli) viene estratto l’olio. Quest’olio può risultare utile nella prevenzione delle malattie cardio- e cerebro- vascolari, nelle riduzioni delle complicanze delle malattie autoimmuni, come l’artrite reumatoide. Utilizzato principalmente in campo cosmetico, l’olio estratto dai semi di rosa mosqueta è particolarmente indicato per attenuare le prime rughe rivitalizzando i processi biorigenerativi delle cellule cutanee. È indicato nel trattamento di cicatrici smagliature), scottature solari, macchie di vecchiaia. Ottimo in caso di eczemi, psoriasi, acne e couperose. Ed è adatto anche nella rigenerazione dei capelli.

Rosa Centifolia: Originaria della Persia, può essere utilizzata come antidepressivo, antiflogistico, antisettico, antispasmodico, antivirale, afrodisiaco, astringente, battericida, cicatrizzante, depurativo, emostatico, epatico, lassativo, regolatore dell’appetito, stomachico, tonico. Utile in campo cosmetico ancora per la fragilità capillare e per le pelli mature e secche, per problematiche di herpes ed eczemi. Alleata nei disturbi femminili di menopausa, irregolarità mestruale e dolori legati al ciclo.

Il mese della rosa e i suoi benefici

Di sicura la rosa nella sua pienezza è un fiore che lavora sull’energia femminile ed è in grado di riequilibrare mente e corpo. Siamo nel suo mese e potremmo davvero farci accompagnare da essa e dal suo inconfondibile profumo per tutti questi giorni armonizzando gli ambienti con fiori freschi od acque profumate, nutrendo la nostra pelle con creme che la contengono ed idrolati, infondendo gioia e fiducia nel nostro cuore, lavorando così a 360 gradi per un benessere che solo la natura nei suoi cicli, nelle sue stagioni, nei suoi frutti sa donarci.

Un caro saluto.

Elysa.

 

Segui Elysa anche sul suo Blog e sui suoi profili social:

BLOG www.amodotuoelysa.it

YOUTUBE https://www.youtube.com/channel/UC4BZ-LADijM01SdbuRY2a1Q

INSTAGRAM https://www.instagram.com/amodotuoelysa/

FACEBOOK  https://www.facebook.com/amodotuoelys

GRUPPO FACEBOOK https://www.facebook.com/groups/1931083927170994/