PAO e scadenza beauty routine: occhio!

La scadenza di un prodotto sappiamo tutti cos’è … e il PAO? Forse un pò meno… Occhio ai prodotti utilizzati per la vostra beauty routine! Prima, però, leggete questo articolo per fare un pò di chiarezza tra PAO e scadenza e usare i prodotti cosmetici in tutta sicurezza!

Sboccia la bella stagione e con essa la nostra pelle si prepara ad una vera e propria ripresa di vitalità.

Accantonati cappotti e sciarpe non ci resta che farci abbracciare dal caldo tepore della primavera.

Il nostro corpo si rigenera e da qui cresce l’ esigenza di rafforzare la nostra beauty routine per mostrare la nostra pelle sempre al top, con piccoli gesti, dei veri e propri riti quotidiani se vogliamo, che ci infondono benessere in tutti i sensi, mettendoci in stretta sintonia con il risveglio della natura circostante.

Occhio però a usare i prodotti con un certo buon senso.

Mi spiego meglio.

Le pulizie di primavera, non di rado, fanno uscire qualche reperto, magari fossilizzato da qualche parte… oppure disperso da un lasso di tempo indecifrabile…

A quanti di voi non é capitato di rispolverare un vecchio cosmetico abbandonato lí, in fondo all’armadietto, rigirarlo tra le mani e pensare: “Chissà  se posso ancora utilizzarlo, chissà se é scaduto…” Oppure “Non trovo la data di scadenza, come faccio a sapere se posso ancora utilizzarlo?” Mille dubbi ci pervadono…

Ok, non troviamo la scadenza,  ma NON perché non scadono ATTENZIONE!

PAO e scadenza il Pettirosso

Vediamo ora di fare un pò di chiarezza…

Nella routine quotidiana ogni singola persona ha a che fare con almeno un prodotto cosmetico; basti pensare al dentifricio.

Oltre alle informazioni riportate sull‘inci, sulla composizione del prodotto, e alle indicazioni d’uso, dobbiamo prestare non poca importanza alla data di scadenza del prodotto in questione, nonché controllare il PAO (periodo post apertura).

 

Impariamo a distinguere PAO e scadenza

I cosmetici sono studiati e realizzati affinché durino il tempo necessario per un uso efficace e sicuro.

Per verificarne la loro “durabilità” vengono fatti dei test appositi mediante i quali il produttore garantisce che il prodotto cosmetico per il lasso di tempo prestabilito  rispetta al 100% le sue funzioni e la sua struttura.

PAO e scadenza Il Pettirosso cosmetici

Ed é proprio per questo che le indicazioni presenti in etichetta e sulle confezioni fanno in modo di  consentire al consumatore di conoscerne la durata e di usarli correttamente.

La normativa stabilisce che se la data di durata minima del prodotto cosmetico è inferiore ai 30 mesi, la data di scadenza deve essere necessariamente riportata sull’etichetta. Questa data certifica che entro quella data il prodotto, se opportunamente conservato, rimane sicuro e soddisfa la sua funzione iniziale. Quindi in etichetta troviamo la dicitura “Usare preferibilmente entro…” con mese e anno.

In parole povere possiamo dire che se un prodotto dalla data di produzione, scade prima dei 30 mesi, la data viene indicata in etichetta.

Generalmente la troviamo per quei prodotti che nella loro formulazione hanno componenti facilmente deperibili.

Il simbolo utilizzato é la clessidra che sta proprio ad indicare lo scorrere del tempo.

Al di sopra dei 30 mesi di durata troviamo il PAO.

Il PAO viene rappresentato con un barattolino aperto con un numerino all’interno seguito dalla lettera M.

É presente sia sulla confezione che contiene il prodotto e sia sull’eventuale involucro esterno. Se il PAO riporta il numero 12 M, significa che il cosmetico in questione potrà essere utilizzato entro i 12 mesi dall’apertura. Questa indicazione é obbligatoria. Si presume che il cosmetico a contatto con l’ambiente si possa alterare e perdere le sue caratteristiche nonché le sue proprietà cosmetiche.

Il PAO varia da prodotto a prodotto, poiché dipende da quali componenti sono presenti nella formulazione; infatti varia dai 3 mesi, come in alcuni prodotti bio, fino a 3 anni come per i profumi.

Quindi possiamo dire con fermezza che il PAO non é la scadenza del prodotto, tuttavia é sempre importante osservare il numero impresso nel simbolo grafico del barattolino, onde evitare di incombere in spiacevoli allergie o dermatiti.

Ma una precisazione va fatta…

Sebbene sia opportuno fare sempre molta attenzione alla scadenza e al PAO, non ci dobbiamo affidare solo a quanto viene scritto sulle confezioni.

I cosmetici, se mal conservati, possono deteriorarsi ancora prima della scadenza riportata sul contenitore.

Nella migliore delle ipotesi, il prodotto perde la sua efficacia, cioè perde le sue proprietà.

Sicuramente é di fondamentale importanza conservare i cosmetici come si deve, in quanto anche prima della data di scadenza il prodotto può subire delle variazioni chimiche se non conservato correttamente.

Mai prelevare una crema dal barattolo con le mani sporche!

I batteri potrebbero contaminarla e danneggiarla e qui la scadenza non centra!

In conclusione…

Ricordiamoci sempre di rispettare la data di scadenza del PAO.

Ad esempio utilizzare una crema solare, dopo la fine del PAO non ci assicurerà la giusta protezione solare e i suoi filtri non saranno più efficaci. L’unico potere potrebbe essere quello idratante ma rischieremo comunque delle scottature.

Quindi se non si é certi della scadenza di un prodotto é sempre meglio analizzarne colore, odore e consistenza provando a metterne un po’ sul polso per vedere se si scatenano possibili reazioni cutanee.

Il consiglio che mi sento di dare é:

Facciamo attenzione ai prodotti che utilizziamo e magari buttiamo via quelli aperti da troppo tempo!

Un caro saluto

Maria Pina Romano